Qual è la paura di prendersi un impegno?

Visto Passengers – Mistero ad alta quota (2008), un thriller psicologico gravitante attorno ad una psicoterapeuta (Anne Hathaway), che si occupa dei passeggeri sopravvissuti ad un disastro aereo. L’intreccio non è dei più avvincenti – anzi a tratti si sfocia proprio nella monotonia e nella sciatteria –; inoltre la dose di spaccati fantasiosi non aiuta […]

Svuotare per riempire

Recentemente ho avuto l’inestimabile opportunità di partecipare ad un corso di formazione tenuto dalla brillante Irene Auletta.[1] Tra i numerosi contenuti esposti con trasparenza e dibattuti con veemenza, ce n’è uno in particolare al quale mi piacerebbe dare nel mio piccolo un’ulteriore risonanza. La riflessione riguarda quelle situazioni in cui si ha a che fare […]

Chiedi a quella pianta là!

Stavamo frequentando un corso di “Sociologia della cultura”. I contenuti ruotavano attorno alla celebre analisi della “società liquida” operata da Zygmunt Bauman.[1] Era richiesta una tesina per l’esame. Un compagno mi contagiò con un’idea avventurosa, un’idea che gli aveva assediato la mente. Sai, i giovani spiriti. Bauman riteneva che tutti i valori caratteristici della cultura […]

La lotta del loto

Tv. Notizie. Ubriacatura di negatività. Off. La verità non è una moneta.[1] La verità non può essere data/ricevuta, posseduta/venduta, assodata/ricercata una volte per tutte. In via conclusiva. Verosimilmente niente è una conquista definitiva, dove appare chiaramente una testa da un canto, mentre al suo rovescio va da sé si trovi una croce. Niente di per […]

Il termine de-termina

Rivisto un film gradevole, drammatico ma non troppo. Veronika decide di morire (2009), tratto da un romanzo di Paulo Coelho. Schiumante di dolore per il pallido grigiore sul quale le sembra sintonizzata la propria esistenza, una giovane ragazza decide di farla finita. L’ultima amara digestione a base di farmaci e alcol non è sufficiente per […]

auguri

Originally posted on comunità provvisorie:
Sono moltissimi anni che nel mondo non arriva un anno nuovo. Almeno nel mondo che conosciamo meglio e chiamiamo Occidente. Per i morti non c’è anno nuovo e forse non c’è neppure per il nostro Occidente. Quella che chiamano crisi non è altro che una gigantesca opera di rimozione: il…